Preghiera per la Quaresima (2024)

Quaranta giorni da solo,
un deserto di pensieri
e allettanti tentazioni.
Chiunque ne sarebbe
rimasto schiacciato…

Dai deserto sei emerso
più forte, più disposto
a fare tutto ciò che
doveva essere fatto,
nonostante un limite
di tempo che ai nostri
occhi sarebbe sembrato
senza speranza:
solo 40 giorni.

Nel deserto ti sei
mostrato Signore
del tempo, mentre noi
ne rimaniamo schiavi.

Stressati da noi stessi,
dai nostri pensieri ossessivi,
da catene inesistenti
che esistono solo
perché le facciamo
esistere nella nostra mente…

…continuiamo a sacrificare
alle false divinità del mondo
tutto quello che di vero e
prezioso possediamo:
le relazioni, l’affetto, il silenzio,
tutto quello che nella vita
conta davvero e dà significato
alle cose.

Risucchiati nel vortice
del nulla, corriamo
senza sapere perché,
cambiano direzione e strada
ad ogni nuovo impulso
che arriva al nostro cervello,
ci perdiamo nel deserto
della nostra vita…

mentre vediamo che
sulla sabbia
rimangono impresse
orme che non parlano
di un pellegrinaggio di liberazione
ma di uno schizzofrenico
girovagare in tutte le direzioni,
per poi ritrovarci al solito
punto di partenza.

In questo delirio vogliamo
pane e lo cerchiamo dalle
pietre che tu avresti potuto
trasformare. E ti preghiamo
perché tu trasformi le
pietre in pane per noi.

Che folle destino:
trasformare la tentazione
del nemico in un preghiera!

E così i tentatori diventiamo noi!
Noi che infieriamo, con le nostre pretese,
sulla tua carne resa fragile dal deserto!

Cerchiamo la verità
ma la cerchiamo nelle
nostre convinzioni e
dentro il tracciato impazzito
di quelle nostre orme
che non vanno da
nessuna parte.

Siamo tentati.
Ascoltiamo le voci
di questo mondo
e ignoriamo la tua.

Hai percorso il deserto,
tu per noi, non perché
noi ne fossimo risparmiati,
ma per avere la forza e
la fede di fare noi la traversata.

Perdonaci, Gesù,
quando ci distraiamo
dalla nostra chiamata.

Perdonaci quelle volte
in cui pensiamo di essere
tutto per tutti, per
non essere niente per
nessuno.

Signore Gesù,
la tua luce ci guidi
durante questa Quaresima
e il tuo Spirito ci conduca
per i nostri desideri
e porti a noi la pace.

Signore, di cosa vorresti
che facessi a meno?
Dell’egoismo?
Della presunzione?
Dell’invidia?
Dell’orgoglio?

Temo, prima ancora
di chiedere, che la risposta
sia; “di tutto”.

Quanto difficile, doloroso,
sacrificale questo “sì”.
Una vera croce da portare
per 40 giorni, e oltre, per
tutta la vita.

Possa il nostro sacrificio
quaresimale ricordarci
la nostra necessità da Te
per tutte le benedizioni
di cui godiamo.

Possiamo noi essere solidali,
oggi, con tutti i nostri fratelli e
sorelle nel mondo che soffrono
fisicamente, mentalmente e
spiritualmente.

Possiamo noi essere uniti
nel tuo amore e lavorare per
edificare il tuo regno qui
sulla terra e contribuire a portare
conforto a coloro che sono
più nel bisogno.

Signore, benedici tutti
coloro che si preparano
per questo santo viaggio.

Padre Celeste, siamo affranti
per i momenti in cui abbiamo
mancato il bersaglio.

Chiediamo il tuo perdono
e la forza per seguire meglio
la tua chiamata, domani
e sempre.

Amen.

Print Friendly, PDF & Email

Recommended Posts

Nessun commento pubblicato


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *