rotolo-della-scrittura

XXVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO A

AUDIO-RIFLESSIONE SUL VANGELO DELLA XXVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO A

1e32f5ab-a7d6-4db7-9e77-6bdbe58c2d22
*

Il valore della parola data. La santità delle relazioni. Essere benedetti dall’avere un Dio che è Padre e dalla chiamata a essere cristiani. Il pentimento che salva…

La Parabola dei due fratelli chiamati a lavorare nella vigna del padre (Mt 21,28-32)

*

Ascolta il Vangelo: 

*

Omelia pronunciata durante la Messa vespertina 2017 (12 min):

*

Catechesi audio 2014 (15 min): 

*

INTRODUZIONE

Immaginiamo due pilastri: a) l’amore a Dio al di sopra di ogni altra cosa e b) l’amore al prossimo.

Dunque:

a) da un lato un rapporto vero, intimo, profondo, sincero con le persone della Santissima Trinità: col Padre che è nei cieli e ha creato tutto; col Figlio che è assisi alla destra del Padre ma ha promesso di restare con noi fino alla fine dei tempi e con lo Spirito Santo che abita realmente in noi come in un tempio, e da denteo di noi compie l’opera di Dio, che è l’ispirazione dell’Amore come via dell’umanità e è l’instaurazione del regno di Dio nei cuori e nella storia.

b) dall’altro, un rapporto veritiero, sincero, giusto, fraterno e in uno spirito di servizio con il prossimo, chiunque egli sia, per costruire un mondo nel quale Dio è riconosciuto Padre di tutti e Cristo Signore di ogni cosa.

Per far questo occorre una permanente conversione dei cuori, una professione di fede che sia, come anticipato all’inizio di questa riflessione, veritiera, cioè che proclami che che il cuore crede veramente e ciò per la quale le nostre mani sono veramente disposte a lavorare: la costruzione di un mondo migliore che sia l’anticipazione del regno di Dio.

Nella Parabola dei due fratelli, al tradimento della parola sussegue un altro atto, umano, nobile ma soprattutto cristiano: il pentimento, ossia il cemento che può rimettere e legare insieme ciò che la menzogna e ogni peccato hanno spezzato.

(continua nell’audio-riflessione)

xxvi-to_preghiera

Print Friendly