00-copertina-blog-omelie

XVII DOMENICA – TEMPO ORDINARIO – ANNO B

mani_condivisione_PANE

 

Distribuì a quelli che erano seduti quanto ne volevano (Gv 6, 1-15)

*

Cinquemila affamati, un deserto e un ragazzo col suo pranzo a sacco. Il miracolo della comunione e la condivisione del pane. È Dio che si serve dei semplici per sfamare la fame del suo popolo.
Il desiderio di accumulare testimonia la nostra mancanza di fiducia in Dio mentre la generosità verso chi ha bisogno e’ prova della nostra fede“. Matteo Munari.

*

Ascolta il Vangelo:

*

Riflessione sul Vangelo domenicale 2018 (7 min):

 *

 

*

xvii-to_google

 

Commento audio sul vangelo 2015 (21 min):  

INTRODUZIONE

Il vangelo di questa domenica cambia narratore. Quest’anno stiamo seguendo l’evangelista Marco. Oggi si inserisce un racconto tratto da Giovanni. Perché?

Perché essendo il compito della liturgia celebrare il mistero della salvezza e anche educare il popolo in cammino, domenica dopo domenica, attraverso la proclamazione della Parola di Dio e il relativo commento, il racconto della moltiplicazione dei pani, secondo la narrazione di Giovanni, si inserisce in continuità con quanto abbiamo ascoltato nelle domeniche precedenti: Gesù predica nella sinagoga del suo paese e viene rifiutato. Poi, senza scoraggiarsi, costituisce i dodici e li invia a due a due, a predicare nei villaggi. Questo primo invio in missione ha successo, al punto che Gesù deve chiedere agli apostoli, stanchi, di andare in disparte con lui e trovare riposo.

Ma la folla che si era entusiasmata da questa “missione popolare” per le strade dei vari villaggi si mette alla ricerca dei predicatori e li trova, al punto che Gesù li deve lasciare e prendersi cura di loro. Li guarda e ha compassione di loro, perché sono come pecore senza pastore.

Così, dopo aver fatto da pastore agli apostoli, avendo compassione di loro e della loro stanchezza, e offerto loro ristoro e riposo, adesso, si muove verso la folla. Qui entra la narrazione di Giovanni con la moltiplicazione dei pani.

Ora Gesù, il Pastore, insieme ai neo-costituiti pastori, compirà il miracolo della moltiplicazione dei pani. Agli apostoli aveva dato ristoro. Alla folla darà il pane.

Così facendo, Gesù si rivela come il Pastore Compassionevole, dunque, come modello dell’essere pastore in ogni epoca della storia.

….

(continua nell’audio-riflessione)

*

xvii-to_-preghiera

Print Friendly