00-copertina-blog-omelie

III DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO C

*Gesù_Zeffirelli (8a)

 

“Oggi si è compiuta questa scrittura che voi avete ascoltato”. 

*

Ascolta il Vangelo: 

*

Omelia del giorno 2019 (8 min):

*

CATECHESI AUDIO 2016

1^ CATECHESI AUDIO

Gesù nella Sinagoga di Nazaret. Cristo è “la” Notizia Sconvolgente. Cristo è la Liberazione. E’ il Giubileo dell’umanità. Ogni cristiano, unito a Cristo, agisce nella potenza dello Spirito per trasformare la storia e attuare il giorno della liberazione dell’umanità.   (Lc 1,1-4; 4,14-21)

*

Catechesi audio (19 min): 

*

2^ CATECHESI AUDIO

Luca scrive a Teofilo e spiega perché ha scritto un il suo vangelo. Quale insegnamento ne scaturisce per noi…  

Clicca sotto (): 

*

INTRODUZIONE

1. Prima riflessione. Gesù si trova a Nazaret. Nella sinagoga proclama la profezia di Isaia. “Lo Spirito del Signore è su di me… Sono stato mandato ai poveri a mandare un Lieto Messaggio…”.  Gesù è il lieto messaggio offerto all’umanità. Lieto… perché fonte della gioia definitiva che l’umanità cerca da sempre; lieto e sconvolgente perché questo messaggio non è uno dei tanti messaggi che mettono un sorriso sulla bocca per un attimo, e la vita torna come prima. E’ la notizia che cambia la vita per sempre. Gesù è offerto all’umanità come la notizia gioiosa e sconvolgente: Egli viene a liberare chi è prigioniero nel cuore della morte e dell’oscurità… e vive come se la vita non avesse un futuro… Egli è venuto a portare la speranza, a darne segno con la potenza dello Spirito che opera in Lui e a chiamare alla conversione.

2. Seconda riflessione. Luca inizia il suo Vangelo scrivendo a un certo Teofilo, spiegandogli perché ha deciso di mettere mano a quest’opera: raccogliere le testimonianze di molte autorevoli fonti e mettere per iscritto la tradizione della fede che risale agli apostoli, per dare allo stesso Teofilo la dimostrazione della solidità degli insegnamenti che ha ricevuto. Ciò vuol dire che la fede non la si crea da sé. La so riceve dalla testimonianza degli apostoli che l’hanno tramandata e, attraverso la diligente opera di custodia e trasmissione della Chiesa, è arrivata a noi. Vi è anche l’insegnamento che ogni cristiano dovrebbe fare come Luca: sentire il bisogno… non certo di scrivere un vangelo, ma di alimentare la sua conoscenza di Cristo diventando un appassionato “ricercatore” che cammina sui passi di Gesù, leggendo le Scritture. Le Scritture devono essere alimento indispensabile per chi si ritiene cristiano.

(continua nell’audio-riflessione)

Print Friendly