evangeliario

II domenica Tempo Ordinario – Anno A

 

Agnello di Dio_02

Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo. (Gv 1,29-34)

 

Riflessione breve (9 min):

 

Omelia del giorno 2020 (10 min):

Catechesi audio 2017 (19 min):  

 

Se non hai ancora ascoltato la proclamazione del Vangelo, CLICCA PRIMA QUI  

 

INTRODUZIONE.

Il mondo in cui viviamo spesso ci spaventa, soprattutto quando pensiamo all’avvenire delle nuove generazioni, dei nostri piccoli che crescono. Il futuro appare come una nuvola grigia e oscura. Sembra che esso ci avverta di prepararci a una terribile tempesta.

L’evangelista Giovanni vedeva nel “mondo” il simbolo del rifiuto di Gesù Cristo, e quindi il simbolo della tenebra.

Eppure, da quando Gesù è risorto, il mondo non è più solo tenebra. Esso riflette la luce del risorto allo stesso modo in cui il nostro pianeta accoglie e riflette la luce del sole e da quella luce trae calore e vita.

La paura del mondo e del futuro non sono sentimenti cristiani. Gesù ha promesso di restare con noi per sempre, in mezzo a qualsiasi prova. E noi dobbiamo credere in questa promessa.

Nel vangelo di questa II domenica del tempo ordinario Giovanni il Battista, nel racconto dell’Evangelista Giovanni, ci presenta Gesù come l’Agnello di Dio, Colui che toglie il peccato del mondo. Per noi la vita cambia e si apre un nuovo futuro, pieno di Dio. Dipende da noi costruirlo nella fede, nella speranza e nella carità.

 

(… continua nell’audio-riflessione)

 

Buon ascolto.

Print Friendly