evangeliario

DOMENICA DEL BATTESIMO DI GESÙ – ANNO B

Battesimo di Gesù - icona copta

Tu sei il Figlio mio, l’amato (Mc 1,7-11)

*

Ascolta il Vangelo:

*

Omelia del giorno 2018 (12 min):

*

Catechesi audio 2015 (30 min): 

*

INTRODUZIONE

Il mistero che oggi viene celebrato dalla Chiesa richiama alla memoria il nostro Battesimo per mezzo del quale siamo stati purificati e siamo spiritualmente rinati, divenendo figli di Dio. E’ un giorno di festa, dunque. Eleviamo suppliche affinché viviamo come figli di Dio, cresciamo nell`amore e ci trasformia-mo spiritualmente ad immagine di Cristo.  

Oggi la questione del sacramento del battesimo rappresenta uno dei punti più spinosi della missione della Chiesa. E’ la Chiesa che concede il Battesimo, ma il presupposto è che vi siano i genitori e i padrini che professano il credo apostolico, con la parola e con i fatti, a nome del bambino,  e siano disposti a educare il bambino battezzato nella fede cattolica. In altre parole il presupposto indispensabile per il battesimo è la fede.

Sappiamo come vanno le cose. Il Battesimo viene concesso a tutti, nell’attuale prassi ecclesiale, pur sapendo, spesso, che né i genitori né i padrini posseggono il minimo dei requisiti per poter garantire al bambino battezzato l’educazione nella fede, man mano che cresce.

Spesso nelle famiglie le testimonianze a cui il bambino assiste sono contro testimonianze, vere opere che finiscono per distruggere le fondamenta su cui si deve costruire l’impalcatura della vita cristiana del piccolo.

La Chiesa afferma che il battesimo celebrato possiede tutta la sua validità per la fede della Comunità cristiana che accoglie nel suo seno il nuovo battezzato. E la Comunità è il soggetto che, con le sue tradizioni e con la sua organizzazione (parrocchia, catechesi, pastorale ordinaria), supplisce alla carenza di fede, o almeno di coerenza con la fede, dei genitori e padrini.

Ma il Vangelo di oggi parla del battesimo di Gesù.

Rileggere questa pagina può illuminare il senso cristiano dell’intera esistenza e ravvivare quella professione di fede nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo che ha il potere di trasformare i cuori e il mondo.

Il battesimo di Gesù si presenta come una vera manifestazione della Santissima Trinità, quella che viene chiamata teofania, ossia manifestazione straordinaria di Dio.

(continua nell’audio-riflessione)

Print Friendly