adorazione-eucaristica_05_inpixio_pe

LE BEATITUDINI EVANGELICHE

Raccolta delle catechesi, alla scoperta delle Beatitudini, tenute durante l’adorazione eucaristica settimanale

(Le prime 5 beatitudini sono state registrate solo in audio)

VIDEO INTRODUTTIVI

*

*

*

*

*******

*******

***************

CICLO DELLE CATECHESI

*

INTRODUZIONE ALLE BEATITUDINI.

Le Beatitudini: “navigatore” della vita cristiana, la Legge dei Liberi, il Programma della vita cristiana, carta di identità del cristiano. (15 min)


*

BEATI I POVERI IN SPIRITO

01) PRIMA RIFLESSIONE: Siamo tutti mendicanti, tutti bisognosi l’uno dell’altro e tutti di Dio. Vivere una vita semplice, sobria, umile ed esserne felici… (14 min)


*

02) SECONDA RIFLESSIONE: Nessuno è più povero di colui che confida solo in se stesso (18 min).

*

BEATI QUELLI CHE SONO NEL PIANTO

01) PRIMA RIFLESSIONE: La commovente storia della regina Ester come esempio della beatitudine di che è nel pianto (12 min)

*

02) SECONDA RIFLESSIONE: Il pianto della disperazione come dannazione e la via delle Beatitudini per uscire verso la luce (12 min)

*

BEATI I MITI

01) PRIMA RIFLESSIONE: La mitezza beata che capovolge la logica di un mondo che conquista con la violenza (12 min)

*

02) SECONDA RIFLESSIONE: Quale “terra” costituisce il dono di eredità promesso da Dio ai miti? (15 min)

*

BEATI QUELLI CHE HANNO FAME E SETE DELLA GIUSTIZIA

01) PRIMA RIFLESSIONE: Fame e sete. Un bisogno profondo e viscerale, dal quale dipende il destino della vita (15 min).

*

02) SECONDA RIFLESSIONE. La giustizia nel Vangelo è in ordine a rifare il mondo a partire dalla centralità della relazione con Dio. E’ essere in relazione con Dio, il quale è il centro di tutte le cose (13 min).

*

BEATI I MISERICORDIOSI

01) PRIMA RIFLESSIONE. Perché Gesù non dice: “Beati quelli che perdonano” ma “Beati i misericordiosi? Perdono e misericordia. Concretezza della misericordia (12 min).

*

02) SECONDA RIFLESSIONE. L’uomo non conosce la misericordia se non contemplando la Trinità divina che è essenzialmente Carità nelle sue relazioni interne e misericordia nel suo rapporto con l’umanità. La misericordia è la concreta manifestazione “dell’essere Carità” del Dio uno e Trino nella storia degli uomini con l’infinito desiderio che tutti ritornino nella comunione con Lui (10 min)

*

BEATI I PURI DI CUORE

01) PRIMA RIFLESSIONE (12 min). La concezione biblica di “cuore” come centro dell’essere e dell’identità della persona. Il puro di cuore come “colui che non è stato compromesso, nel suo essere profondo, dalla contaminazione del male e che si presenta integro” (nonostante la condizione di fragilità dovuta al peccato (12 min)

*

Questa riflessione è anche in video:

02) SECONDA RIFLESSIONE (10 min): Cosa significa “vedere Dio”. La vita semplice dei puri di cuore. Una beatitudine che genera potenza interiore.

*

 Qui cominciano le registrazioni in video:

*

03) TERZA RIFLESSIONE: Lo spirito impuro nella sinagoga di Cafarnao (Mc 1,21-28). Il diavolo “spirito impuro” per definizione. Perché gli apostoli non riescono a scacciare uno spirito muto (Mc 9, 14-29). Una errata concezione della potenza di Cristo. La potenza spirituale della purezza dell’anima che vince il male. La necessità di sottomettere a Dio tutto ciò che corrompe l’anima. Purezza di cuore e povertà di spirito. Due beatitudini che segnano il discepolo nel suo essere interiore e nel suo stile di vita. 

(da fare)

*

BEATI I GLI OPERATORI DI PACE

01) PRIMA RIFLESSIONE.  La più “operativa” di tutte le beatitudini e forse la più difficile da comprendere. Bisogna porsi a un livello diverso di comprensione rispetto alla mentalità comune se si vuole comprendere questa beatitudine. Chiarimenti necessari prima di definire chi sono gli “operatori di pace”. Come fanno a convivere idee come “la pace” con quelle di “sangue”, morte” e la croce di Cristo, che sono proprio il frutto della violenza? Chi è veramente l’operatore di pace?


*

2) SECONDA RIFLESSIONE. La croce come via di beatitudine per coloro che operano la pace. L’operatore di pace è colui che, per amore del Regno di Dio e la sua diffusione, soffre e pacifica nella sua carne i conflitti del mondo e profetizza Cristo come sorgente della pace col mondo. È colui che “fa” la pace.

 

3) TERZA RIFLESSIONE. La pace sociale

4) QUARTA RIFLESSIONE. La pace interiore

*

BEATI I PERSEGUITATI PER LA GIUSTIZIA

*
1) PRIMA RIFLESSIONE.  L’ultima beatitudine richiama la prima, per il riferimento, in entrambi, dell’appartenenza al Regno di Dio. Perché? Riprendiamo la prima beatitudine e capiamo che essa è la premessa per tutte le altre. Quest’ultima, invece, è quella che le riassume tutte. Chi sono i perseguitati e per quale giustizia?

*

2)  SECONDA RIFLESSIONE. La  parola “perseguitare” nel linguaggio di Gesù. Cosa significa trovarsi nella condizione di “perseguitati” a “causa del nome di Gesù” (essere spinti da una forza avversa verso il limite e poi “oltre”; essere espulsi, scomunicati, eliminati. La persecuzione è la condizione di Gesù e dei profeti, a causa del loro impegno per la “giustizia”.  La persecuzione è la condizione di chi vive in modo vero il discepolato.

 

3) TERZA RIFLESSIONE. Caratteristiche del persecutore. Da dove nasce il “rallegrarsi” per la condizione di perseguitati.

 

Prossimamente

 

4) QUARTA RIFLESSIONE. Rallegratevi!

 

Prossimamente

 

 

 

 

Print Friendly